16 dicembre 2018
Cerca  
 Digitalizzazione
 Internazionalizzazione
 Approfondimenti
 Links
 Eventi
 Newsletter 
 Formazione 
 Servizi 
 Contatti 
 Utilità 
 Archivio News 
 
 

Bozza di DPCM su Albo Pretorio on line: aperta la consultazione pubblica nazionale

COMUNICATO STAMPA

APERTA LA CONSULTAZIONE PUBBLICA NAZIONALE PER L’ALBO ON-LINE
PREVISTO DALLA LEGGE 69/2009

 

 

 

 

 

L’art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69 ha introdotto per tutte le amministrazioni pubbliche l’obbligo della cosiddetta pubblicità legale on-line, conosciuta anche come Albo on-line.

Il termine inizialmente previsto era il 1° gennaio 2010, poi prorogato di sei mesi e, infine, prorogato al 1° gennaio 2011.

Le amministrazioni pubbliche sono preparate a questa rivoluzione digitale? I messi si trasformeranno in cyber-messi o la cosa si risolverà in promiscuità tra cartaceo e informatico, annullando gli effetti della produzione di documenti in ambiente digitale? Le sfide della conservazione sono affrontate in modo rigoroso e scientifico?

ANORC crede che le rivoluzioni autentiche debbano partire dal basso, a passi circoscritti ma sicuri. Per queste ragioni, è stato istituito un Gruppo di lavoro per la scrittura di una bozza di DPCM contenente le regole tecniche per l’Albo on-line. Al Gruppo di lavoro redazionale, come da elenco indicato nella nota sottostante, partecipano numerosi docenti universitari esperti di informatica giuridica, diritto dell’informatica, archivistica, diplomatica. A questo gruppo si è affiancato anche un Gruppo per la revisione tecnico-applicativa, formato da numerosi esperti e dipendenti di amministrazioni pubbliche, come regioni, province, comuni, università, camere di commercio, agenzie, ma anche personale proveniente dalle amministrazioni statali, quali il Ministero per i beni e le attività culturali, DigitPA, una Procura Generale e la stessa Presidenza del Consiglio dei ministri.

Il Gruppo di lavoro ha prodotto inizialmente le Linee guida (già pubblicate sul sito di ANORC in aprile 2010) e ora rilascia una prima bozza di DPCM che viene aperta alla consultazione pubblica nazionale dal 29 ottobre al 15 novembre 2010.

In questo modo chiunque potrà scaricarla dal sito www.anorc.it e inviare osservazioni, integrazioni, richieste di chiarimenti o anche semplicemente critiche.

Dopo il 15 novembre 2010 ed effettuata la revisione linguistica antiburocratese, in un incontro nazionale verrà consegnata al Ministro Brunetta la bozza “definitiva”, pronta per un’auspicabile e rapida adozione. Verrà così avviato, nella piena concordia rerum, un pezzo della rivoluzione digitale.

La bozza di DPCM verrà presentata durante la Tavola Rotonda organizzata da Anorc, nell’ambito di Omat Roma, il 10 novembre 2010.

Per info visitare la sezione eventi del sito di Anorc.

Per contatti:

www.anorc.it - D.ssa Silvia Montinari - Comunicazione Ufficio Presidenza ANORC -
Tel.:0832/256065 - e-mail: ufficio.presidenza@anorc.it.
Per inviare osservazioni: gianni.penzo@unipd.it e, p.c., presidenza@anorc.it.



Nota:

LA BOZZA DI DCPM È STATA SCRITTA DA:

Gruppo di lavoro redazionale:
Maristella AGOSTI, esperta di informatica, professore ordinario di Informatica generale nonché di Sistemi di archivi digitali all’Università degli Studi di Padova; Franco CARDIN, esperto di privacy, professore a contratto di privacy all’Università degli Studi di Verona, dirigente dell’Azienda Ulss 16 Padova; Pietro DI BENEDETTO, esperto di diritto amministrativo, direttore amministrativo vicario dell’Università degli Studi dell’Aquila; Luciana DURANTI, esperta di archivistica e di diplomatica, professore ordinario di Theoretical and Research Foundations of Archival Studies nonché di Archival Diplomatics all’University of British Columbia di Vancouver (Canada); Linda GIUVA, esperta di archivistica e di diplomatica, professore associato di Archivistica generale all’Università degli Studi di Siena (sede di Arezzo); Mariella GUERCIO, esperta di archivistica e di diplomatica, professore ordinario di Archivistica nonché di Archivistica informatica all’Università degli Studi di Urbino; Andrea LISI, avvocato, presidente di ANORC, docente alla SDA Bocconi – Document Management Academy e responsabile del Digital & Law Department dello Studio Lisi; Massimo MARONATI, esperto nella gestione dei documenti digitali e ingegneria del software, amministratore di Krill, già ricercatore; Enrica MASSELLA DUCCI TERI, esperta di amministrazione digitale, DigitPA;  Barbara MONTINI, esperta di diritto, professore a contratto di Diritto amministrativo all’Università degli Studi di Verona, avvocato presso il Comune di Ferrara; Roberto MORELLO, esperto di privacy e di risk management, formatore del MIUR Veneto per privacy e misure minime di sicurezza, legale rappresentante della Robyone srl; Gianni PENZO DORIA, esperto di archivistica e di diplomatica del documento digitale, responsabile scientifico del progetto UniDOC, dirigente dell’Università degli Studi di Padova (coordinatore del gruppo di lavoro); Anna Luisa PETRUCCI, esperta di diritto,  dirigente della Presidenza del Consiglio dei ministri; Elisabetta REALE, esperta di archivistica e di diplomatica, funzionario della Direzione generale per gli archivi del Ministero per i beni e le attività culturali; Michela SESSA, esperta di archivistica e di diplomatica, professore a contratto di Archivistica informatica all’Università degli studi Federico II di Napoli, archivista presso la Soprintendenza archivistica della Campania; Tiziano TESSARO, esperto di diritto, professore a contratto di Diritto regionale e degli enti locali all’Università degli Studi di Padova, magistrato della Corte dei conti di Venezia.

Gruppo per la revisione tecnico-applicativa

Marzia ALBAN, Comune di Selvazzano Dentro (PD); Fabrizio APOSTI, Comune di Grosseto; Maria Grazia BEVILACQUA, Comune di Chioggia (VE); Barbara BIGI, Comune di Trieste; Valeria BOSCO, Università degli Studi di Padova; Giuseppina BOVA, Provincia di Cremona; Antonella COPPI, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia; Barbara CORVISIERI, Istituto nazionale di statistica - ISTAT Roma; Concetta DAMIANI, Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Napoli; Loris DE MARCHI, Centro Studi della Marca Trevigiana; Monica DONAGLIO, Comune di Venezia; Roberto FALCO, Regione del Piemonte; Laura FLORA, Istituto Nazionale di Astrofisica - Osservatorio astronomico di Trieste; Gerardo GATTO, ASL TO2 Torino nord; Laura GILARDI, Comune di Lecco; Elisabetta GUGLIELMINI, Comune di Roverè Veronese (VR); Alisa MAIONCHI, Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Lucca; Davide MAMMOLITI, Comune di Aosta; Luca MILANI, Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura - AVEPA; Nicoletta MOLFETTA, Provincia di Novara; Remigio PEGORARO, Università degli Studi di Padova; Angelo ROSSI, Comune di Padova; Beatrice ROSSI, Provincia di Pesaro Urbino; Antonella SANNINO, Università degli Studi di Salerno; Giuliana STELLA, Comune di Paese (TV); Nicoletta VALDINOCCI, Comune di Pesaro; Marina ZANZOTTERA, Azienda ospedaliera di Busto Arsizio (VA); Vilma ZINI, Procura Generale della Repubblica di Bologna.

Hanno inoltre collaborato

Associazione nazionale notificatori atti (A.N.N.A.), Giulia ATTRUIA, Simonetta BASTIANELLI, Isabella BLANDO, Luciana CURINA, Italo DAMIANI, Renato DE NADAI, Cinzia GELLINI, Paola MAGAGNIN, Anna Maria MARAZZI, Monica MARTIGNON, Andrea PACCHIAROTTI, Guido PERA, Patrizia PIOVAN, Glauco RAMPOGNA, Claudia SAMPAOLI, Federica SCARAVELLI, Stefano VERNIER e Ivo ZAMBON.

 

05/11/2010

 

© copyright 2001-2018 - Scint Lecce - Tutti i diritti riservati
 
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, infatti esso è espressione di un Centro Studi (Associazione senza fini di lucro denominata "SCINT") e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Il sito è curato e coordinato dallo Studio Associato D.&L., di Lecce.